Main Nav

Toolbar Menu

Comunicati stampa

Website Notice Block

Il Consiglio di Amministrazione di Safilo Group S.p.A. approva i risultati dell'esercizio 2012

06/03/13

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI SAFILO GROUP S.P.A.
APPROVA I RISULTATI DELL'ESERCIZIO 2012

Padova, 6 marzo 2013 – Il Consiglio di Amministrazione di Safilo Group S.p.A. ha approvato oggi il bilancio consolidato 20121 e ha esaminato il progetto di bilancio d'esercizio al 31 dicembre 20121, che sarà sottoposto all'approvazione dell'Assemblea degli Azionisti che si terrà il 22 aprile 2013 in unica convocazione.

Il 2012 si è chiuso per Safilo all'insegna della crescita della top line, della sostanziale tenuta della performance economico-finanziaria e dell'ulteriore riduzione dell'indebitamento finanziario netto.

Negli ultimi tre mesi dell'anno, le vendite nette sono aumentate del 16,6% (+13,8% a cambi costanti), grazie in particolare ai ricavi Polaroid e alla continua progressione del business organico.
Nell'anno, i ricavi netti si sono quindi portati a 1.175,3 milioni di euro, in crescita del 6,7% rispetto al 2011 (+2,2% a cambi costanti).

Il profilo reddituale del Gruppo ha dato prova di grande solidità anche nel quarto trimestre dell'anno e ha permesso di archiviare il 2012 con un margine EBITDA prossimo al 10%, contribuendo alla riduzione del debito netto, passato da 238,3 a 215,3 milioni di euro, e a una leva finanziaria sotto 2x.

Principali dati economico-finanziari

Roberto Vedovotto, Amministratore Delegato del Gruppo Safilo, ha commentato:

"Siamo soddisfatti dei risultati che abbiamo ottenuto in un anno complesso come il 2012, caratterizzato dal rallentamento dell'economia mondiale e dalla crisi dei consumi in Europa.

In questo contesto, la nostra priorità strategica è stata quella di focalizzarci sulla crescita del fatturato, sulla redditività del nostro business e di preservare la solidità della struttura patrimoniale e finanziaria del Gruppo, pur in presenza degli effetti negativi derivanti dal phase-out delle licenze Armani.

Nel 2012 abbiamo adattato le nostre strutture industriali, ridefinendo con tempestività e grande attenzione al contesto sociale l'organizzazione e i costi della nostra capacità produttiva in Italia.

La performance delle vendite organiche dei marchi in continuità, nell'anno in crescita intorno al 6%, ha dimostrato l'elevata competitività e diversificazione dei nostri marchi in licenza e ha premiato la strategia di valorizzazione del portafoglio anche attraverso il rinnovo anticipato delle licenze per i marchi del Gruppo Hugo Boss e Max Mara.

Il 2012 è stato l'anno in cui abbiamo affermato con determinazione la centralità dei marchi Safilo nella nostra strategia di crescita futura anche attraverso l'acquisizione di Polaroid lo scorso aprile. Nove mesi di gestione diretta in cui abbiamo riorganizzato la distribuzione del marchio nei mercati europei e abbiamo posto le basi dello sviluppo internazionale del brand partendo dal mercato in cui è nato 75 anni fa: gli Stati Uniti."

Performance economico-finanziaria

Nel quarto trimestre 2012, le vendite nette del Gruppo si sono attestate a 312,9 milioni di euro, in crescita del 16,6% rispetto ai 268,4 milioni di euro registrati nel quarto trimestre 2011 (+13,8% a cambi costanti).

Il fatturato del business wholesale è aumentato del 17,1%, a 293,7 milioni di euro rispetto ai 250,9 milioni di euro del quarto trimestre 2011 (+14,4% a cambi costanti).
Nei segmenti core degli occhiali da sole e delle montature da vista la crescita organica2 del trimestre ha confermato il trend evidenziato nei precedenti periodi dell'anno, attestandosi intorno al 6% a cambi costanti.

Con riferimento alle aree geografiche, in forte recupero i ricavi di Safilo in Europa, che si sono portati a 128,6 milioni di euro rispetto ai 101,9 milioni di euro dello stesso trimestre 2011 (+26,2% a cambi correnti, +24,7% a cambi costanti).

L'incremento a doppia cifra è stato favorito dal più incisivo contributo fornito al trimestre dalle vendite del nuovo marchio Polaroid, così come dalla buona performance registrata dal business delle montature da vista, segmento nel quale si è messa in evidenza la progressione delle collezioni di occhiali Carrera.

Nell'ambito di un contesto di mercato ancora fragile, in particolare in Italia, Safilo ha beneficiato della sua forza competitiva nei mercati ad alto tasso di crescita come la Russia, e dell'apprezzamento riscosso dalle sue proposte commerciali nei canali travel retail e grandi clienti.

Gli ultimi tre mesi dell'anno hanno confermato la forza del business anche nel mercato americano, che ha beneficiato del positivo andamento dei ricavi presso il canale degli ottici indipendenti negli Stati Uniti e soprattutto della crescita a doppia cifra registrata dai mercati dell'America Latina. Brasile e Messico si sono rivelati protagonisti della crescita del Gruppo nei mercati emergenti, in cui hanno riscosso grande successo tutte le principali collezioni in portafoglio, dall'high-end e lusso ai marchi del segmento diffusion quali Tommy Hilfiger, Marc by Marc Jacobs e Boss Orange.

Degna di nota la continua crescita di Carrera in Brasile, che diventa il quarto maggior mercato di sbocco per il marchio di punta del portafoglio Safilo.
Nel quarto trimestre, il giro d'affari complessivo del mercato americano wholesale ha raggiunto i 105,8 milioni di euro, con un incremento a cambi correnti del 13,3% rispetto ai 93,4 milioni di euro del quarto trimestre 2011 (+10,1% a cambi costanti).

Negli Stati Uniti, le vendite nei negozi di occhiali da sole a gestione diretta Solstice sono aumentate nel trimestre del 9,7%, a 19,2 milioni di euro rispetto ai 17,5 milioni di euro nello stesso periodo 2011 (+5.6% a cambi costanti), complessivamente in linea con i trend organici registrati da Safilo del segmento degli occhiali da sole in US.

Nell'ultimo trimestre dell'anno, le vendite in Asia si sono attestate a 54,1 milioni di euro, in crescita del 7,8% rispetto ai 50,2 milioni di euro del quarto trimestre 2011. La performance dell'area è risultata positiva anche a parità di cambi, in crescita del 3,6% grazie allo sviluppo dei mercati e dei canali ad alto tasso di crescita, ma anche al miglioramento registrato dalle vendite nel mercato più maturo dell'area, il Giappone.

Per l'intero 2012 le vendite nette si sono attestate a 1.175,3 milioni di euro, in crescita del 6,7% rispetto ai 1.101,9 milioni di euro registrati nel 2011 (+2,2% a cambi costanti).

A fine dicembre il fatturato del business wholesale era pari a 1.094,6 milioni di euro, con una crescita del 6,3% rispetto ai 1.029,3 milioni di euro dei dodici mesi 2011 (+2,1% a cambi costanti).

In Europa, le vendite 2012 hanno raggiunto i 470,6 milioni di euro, registrando un incremento del 5,7% rispetto ai 445,1 milioni di euro del 2011 (+4,9% a cambi costanti).

Le vendite del mercato americano si sono attestate a 488,7 milioni di euro rispetto ai 454,5 milioni di euro del 2011 (+7,5% a cambi correnti, +0,5% a cambi costanti), con il contributo derivante dalle vendite dei negozi retail Solstice pari a 80,7 milioni di euro (+11,2% a cambi correnti, +2,7% a cambi costanti).
In Asia, il 2012 si è chiuso con un fatturato pari a 198,8 milioni di euro (+7,3% a cambi correnti, stabile a cambi costanti).

Procedendo nell'analisi del conto economico, nel quarto trimestre 2012 l'utile industriale lordo si è attestato a 170,6 milioni di euro, in crescita del 10,2% rispetto ai 154,7 milioni di euro del quarto trimestre 2011.

La marginalità del periodo, passata dal 57,6% al 54,5%, è stata influenzata dall'incidenza del fatturato realizzato con i marchi in phase-out.

Nell'intero esercizio 2012, l'utile industriale lordo è stato pari a 679,7 milioni di euro, in crescita del 4,2% rispetto ai 652,3 milioni di euro del 2011, con un'incidenza sui ricavi che si è attestata al 57,8% rispetto al 59,2% nel 2011.

Nell'anno, Safilo ha riorganizzato le proprie strutture industriali nella prospettiva di calo dei volumi produttivi derivante dal phase-out dei marchi Armani, e ha agito anche attraverso la riduzione degli orari di lavoro del personale impiegato negli stabilimenti italiani, sulla base dei contratti di solidarietà siglati a luglio 2012 con i sindacati, in vigore fino ad agosto 2014.

L'utile operativo lordo (EBITDA) trimestrale si è attestato a 29,2 milioni di euro rispetto ai 25,0 milioni di euro registrati nell'ultimo trimestre 2011, con un margine sui ricavi che è rimasto stabile al 9,3%, beneficiando anche del miglioramento dell'effetto della leva operativa dovuto ai sostenuti trend di crescita del periodo.

Nell'intero esercizio, l'EBITDA ha raggiunto 115,1 milioni di euro, con un'incidenza sulle vendite del 9,8% (122,6 milioni di euro e un'incidenza dell'11,1% nell'esercizio 2011). Al risultato consolidato dell'anno ha contribuito positivamente anche l'apprezzamento della marginalità operativa lorda della catena di negozi Solstice, passata dal 10,6% al 12,3% in virtù del piano di razionalizzazione dei punti vendita operato da Safilo nel corso dell'esercizio.

L'utile operativo (EBIT) del quarto trimestre 2012 è stato pari a 17,0 milioni di euro, con un margine sui ricavi del 5,4% rispetto ai 16,2 milioni di euro e al margine operativo del 6,0% realizzati nel quarto trimestre 2011.

L'anno 2012 si è quindi chiuso con un EBIT di 73,9 milioni di euro rispetto agli 86,2 milioni di euro dell'esercizio 2011. La redditività operativa 2012 è stata pari al 6,3% delle vendite rispetto al 7,8% nel 2011.

Sotto il risultato operativo, gli interessi finanziari netti sono diminuiti del 14% nel quarto trimestre e di circa il 17% nell'intero esercizio, grazie al combinato effetto della riduzione dell'indebitamento medio e del relativo costo a seguito del rimborso anticipato di 60 milioni di Euro di obbligazioni High Yield (effettuato dal Gruppo a giugno 2011).

A giugno 2012, il Gruppo ha proceduto a rimborsare circa 80 milioni di Euro del finanziamento Senior, relativi alla Facility A1-Tranche 1, Facility A2 e A3.
Nell'anno, si è inoltre ridotto l'impatto negativo delle differenze cambio, il cui saldo netto è diminuito da 3,1 a 2,0 milioni di Euro (da 4,2 a 1,0 milioni di Euro nel quarto trimestre).

Il risultato netto di Gruppo si è portato nel trimestre a 5,0 milioni di euro, con un'incidenza sui ricavi dell'1,6%, rispetto all'utile netto di 1,3 milioni di euro registrato nell'ultimo trimestre 2011.

L'utile netto dell'anno ha quindi raggiunto 25,9 milioni di euro, non lontano dai 27,9 milioni di euro registrati nell'esercizio 2011.

 

Principali dati di rendiconto

Nel quarto trimestre 2012 è proseguita la generazione di cassa legata all'attività operativa, con un flusso monetario positivo pari a 21,9 milioni di Euro che è stato influenzato dal miglioramento del risultato netto di periodo e dalle maggiori poste non monetarie che hanno caratterizzato il trimestre.
Il Free Cash Flow è risultato positivo per 12,1 milioni di euro rispetto ai 4,4 milioni di euro registrati nel quarto trimestre 2011, concorrendo a migliorare i flussi monetari al 31 dicembre 2012, che hanno beneficiato principalmente del rilascio di risorse da capitale circolante, pari a 21,7 milioni di Euro, dovuto alla riduzione del magazzino.
Il Free Cash Flow dell'anno è stato viceversa impattato dall'esborso netto di 58,4 milioni di euro relativo all'acquisizione Polaroid, operazione finanziata per 44,3 milioni di euro da Multibrands Italy B.V., società controllata da HAL Holding N.V., attraverso un aumento di capitale riservato.

 

L'indebitamento finanziario netto a fine dicembre 2012 era pari a 215,3 milioni di euro, in flessione di 23,0 milioni di euro rispetto ai 238,3 milioni di euro a fine dicembre 2011 e di 8,5 milioni di euro rispetto a fine settembre 2012.

Sulla base dei risultati conseguiti e dell'attuale contesto di business, il Consiglio di Amministrazione non ha ritenuto opportuno proporre all'Assemblea degli Azionisti la distribuzione di un dividendo.

***************

In data odierna, il Consiglio di Amministrazione di Safilo Group S.p.A., ha altresì approvato i termini e le condizioni di una nuova operazione di finanziamento, di ammontare complessivo pari a Euro 100 milioni, volta a garantire la congrua flessibilità finanziaria in prossimità del previsto rimborso del prestito obbligazionario High Yield, in scadenza a maggio 2013, nel contesto del continuo sviluppo del business e in linea con l'obiettivo del Gruppo di ridurre ulteriormente il costo medio del debito.
Il Consiglio di Amministrazione ha quindi autorizzato l'Amministratore Delegato, Roberto Vedovotto, a formalizzare i termini e le condizioni di:

  • Una nuova linea di credito revolving, parte dell'attuale finanziamento denominato Senior, di ammontare pari a Euro 60 milioni e scadenza 30 giugno 2015, per la quale sono già stati incaricati con il ruolo di arranger Banca IMI, Unicredit e BNP Paribas. E' già previsto che la nuova linea di credito sia interamente sottoscritta da Intesa San Paolo, Unicredit e BNP Paribas, con la possibilità che partecipino anche le altre banche finanziatrici presenti nel pool;
  • Un nuovo finanziamento revolving, di ammontare totale pari a Euro 40 milioni e scadenza 30 giugno 2015, sottoscritto da una società controllata da HAL Holding N.V..

Questa linea sostituisce l'impegno originario assunto da HAL nel 2010 nel contesto del piano di ricapitalizzazione della Società, garantendo a Safilo una maggiore flessibilità finanziaria per gli anni futuri e confermando il supporto al Gruppo da parte del principale azionista.

La linea revolving che verrà concessa da HAL si configura come una "operazione con parti correlate di minore rilevanza" ai sensi del Regolamento approvato con delibera Consob n. 17221 del 12 marzo 2010 e successivamente modificato, e pertanto sono stati posti in essere tutti gli adempimenti previsti dal Regolamento stesso e dalla procedura in materia di operazioni con parti correlate approvata dal Consiglio di Amministrazione della società in data 5 novembre 2010.
Il finanziamento HAL è stato sottoposto all'esame del Comitato Controllo e Rischi di Safilo Group, che ha espresso parere favorevole avvalendosi di un esperto indipendente, ed è stato anche espressamente approvato con il voto favorevole di tutti gli altri Amministratori Indipendenti durante la stessa seduta del Consiglio.

 

Eventi successivi alla chiusura dell'esercizio ed evoluzione prevedibile della gestione

Nei primi mesi del 2013, Safilo ha rinnovato l'accordo di licenza per i marchi americani Liz Claiborne e Banana Republic, estendendo i rispettivi contratti fino al 31 dicembre 2017 e al 31 gennaio 2019.

Lo scorso 11 febbraio, il Gruppo ha inoltre siglato un nuovo accordo di licenza per il design, la produzione e la distribuzione di montature da vista e occhiali da sole a marchio Bobbi Brown, nome iconico americano del make-up di alta qualità.

Questi eventi dimostrano la volontà del Gruppo di consolidare e rafforzare le proprie posizioni competitive in un anno che rimane tuttavia caratterizzato da scenari di mercato incerti e componenti di business tra loro in antitesi.

Nel 2013, Safilo da un lato può infatti contare sul pieno consolidamento del nuovo business Polaroid (per nove mesi nel 2012) e sull'avvio della strategia di espansione del marchio nei mercati extraeuropei, dall'altro deve affrontare il deconsolidamento del business Armani e una fase di mercato nella quale la visibilità rimane bassa a causa di una congiuntura economica che si conferma difficile soprattutto in Europa.

In questo contesto, il Gruppo rimane focalizzato sui progetti industriali, di sviluppo regionale e per marchio delineati e avviati negli ultimi diciotto mesi, con l'obiettivo di dare ulteriore impulso alla performance organica del business.

 

Altre informazioni

Ai sensi dell'articolo 84-bis del Regolamento Emittenti, approvato con Delibera Consob n. 11971 del 14 maggio 1999 e successive modifiche, si comunica che, con riferimento al Piano di Stock Option 2010-2013, in data odierna il Consiglio di Amministrazione, previa identificazione dei beneficiari su proposta del Comitato per la remunerazione, ha assegnato le Opzioni della Quarta Tranche. Il tutto come riportato nella tabella allegata (Allegato B).

Le caratteristiche degli strumenti assegnati sono quelle descritte nel comunicato stampa del 4 ottobre 2010 e nei documenti relativi al Piano, consultabili nel sito internet della società www.safilo.com/it/investors.html.

1 Il bilancio consolidato e il progetto di bilancio d'esercizio sono attualmente oggetto di revisione contabile, non ancora conclusa alla data odierna.
2 Sono escluse le vendite del nuovo marchio Polaroid, i marchi non rinnovati a fine 2011 e in phase-out nel 2012.

Dichiarazione del Dirigente Preposto alla redazione dei documenti contabili societari

Il dirigente preposto alla redazione dei documenti contabili e societari Dott. Vincenzo Giannelli dichiara, ai sensi del comma 2 articolo 154 bis del Testo Unico della Finanza, che l'informativa contabile contenuta nel presente comunicato corrisponde alle risultanze documentali, ai libri ed alle scritture contabili.

Disclaimer

Il documento potrebbe contenere dichiarazioni previsionali ("forward-looking statements"), relative a futuri eventi e risultati operativi, economici e finanziari del Gruppo Safilo. Tali previsioni hanno per loro natura una componente di rischiosità ed incertezza, in quanto dipendono dal verificarsi di eventi e sviluppi futuri. I risultati effettivi potranno discostarsi in misura anche significativa rispetto a quelli annunciati in relazione a una molteplicità di fattori.

Indicatori alternativi di performance

Viene di seguito fornito il contenuto degli "Indicatori alternativi di performance", non previsti dai principi contabili IFRS-EU, utilizzati nel presente comunicato al fine di consentire una migliore valutazione dell'andamento della gestione economico-finanziaria del Gruppo:

  • L'EBITDA (margine operativo lordo) è calcolato da Safilo sommando all'utile operativo gli ammortamenti;
  • L'indebitamento finanziario netto è per Safilo la somma dei debiti verso banche e dei finanziamenti a breve e medio lungo termine, al netto della cassa attiva;
  • Il Capitale investito netto è definito per Safilo quale somma dell'Attivo corrente e dell' Attivo non corrente al netto del Passivo corrente e del Passivo non corrente ad eccezione delle voci precedentemente considerate nella Posizione finanziaria netta;
  • Il Free Cash Flow è per Safilo la somma del flusso monetario generato/(assorbito) dalla gestione operativa e del flusso monetario generato/(assorbito) dall'attività di investimento.

Conference Call

Si terrà oggi, 6 marzo 2013, alle ore 18.15 locali, la conference call con analisti e investitori, nel corso della quale verranno illustrati i principali risultati dell'esercizio 2012.
Sarà possibile seguire la conference call componendo il numero +39 02 38591420 o +44 207 1362056 (per i giornalisti +39 02 30410450) e confermando il codice di accesso 4085724.
La registrazione della conference call sarà disponibile fino al 9 marzo 2013 al numero +39 02 30413127 o +44 203 4270598 (codice di accesso: 4085724). La conference call potrà essere seguita anche attraverso webcast, nel sito www.safilo.com/it/investors.html. La presentazione è disponibile e scaricabile nel sito della società.

Avviso di convocazione dell'Assemblea ordinaria degli azionisti

Nei prossimi giorni l'avviso di convocazione dell'Assemblea ordinaria verrà pubblicato e sarà quindi reso disponibile nel sito www.safilo.com/it/investors.html, dove sarà messa a disposizione del pubblico anche la relazione illustrativa degli amministratori all'Assemblea sulle proposte concernenti gli argomenti posti all'ordine del giorno.

Ultimo Aggiornamento: 10 dicembre, 2019

© 2009-2020 Safilo Group S.p.A. - P.IVA 03032950242. Riproduzione vietata.

Legal Nav

Accessibilità | Legal Disclaimer | Privacy Policy