Main Nav

Toolbar Menu

Comunicati stampa

Website Notice Block

Il Consiglio di Amministrazione di Safilo Group S.P.A. approva i risultati del primo trimestre 2011

27/04/11

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI SAFILO GROUP S.P.A.
APPROVA I RISULTATI DEL PRIMO TRIMESTRE 2011

Principali dati:

  • Vendite nette a 300,7 milioni di euro, +5,1% rispetto al primo trimestre 2010
  • EBITDA a 40,7 milioni di euro (13,5% delle vendite), +17,6% rispetto al primo trimestre 2010
  • Risultato operativo a 31,4 milioni di euro (10,4% delle vendite), +30,2% rispetto al primo trimestre 2010
  • Utile netto a 18,4 milioni di euro (6,1% delle vendite), rispetto a 1,7 milioni di euro nel primo trimestre 2010
  • Debito netto a 268,2 milioni di euro, rispetto ai 256,2 milioni di euro a fine 2010, con un rapporto Debito netto/EBITDA stabile a 2,4x

Padova, 27 aprile 2011, ore 13.00 – Il Consiglio di Amministrazione di Safilo Group S.p.A. ha esaminato e approvato oggi i risultati del primo trimestre 2011.

Nel periodo, il Gruppo ha registrato un miglioramento dei risultati, con una crescita mid single-digit delle vendite e un incremento della marginalità. In particolare:

  • Le vendite nette sono aumentate del 5,1% a cambi correnti e della stessa misura a perimetro1 e cambi costanti. La performance è stata determinata dal continuo recupero del mercato statunitense, dallo sviluppo dei principali paesi asiatici e latino americani, mentre sono risultati ancora incerti i trend nei mercati europei;
  • L’EBITDA e il risultato operativo sono cresciuti rispettivamente del 17,6% e del 30,2% grazie al miglioramento dell’utile industriale lordo e alla minore incidenza delle spese di vendita, generali e amministrative anche grazie a un business retail più efficiente. A livello di utile netto, il Gruppo ha potuto altresì beneficiare della diminuzione dei costi finanziari e di un minor tax rate;
  • Alla fine del trimestre, il debito netto si è attestato a 268,2 milioni di euro, leggermente in crescita rispetto alla fine del 2010 per la stagionalità del capitale circolante e per i maggiori investimenti effettuati.

Roberto Vedovotto, Amministratore Delegato del Gruppo Safilo, ha affermato:

“Questo trimestre è un altro importante passo nella giusta direzione per il nostro Gruppo.

I risultati del periodo rappresentano per noi un buon inizio d’anno, che rimane tuttavia contraddistinto dal perdurare di un contesto di mercato sfidante e da uno scenario geo-politico incerto.

Safilo ha iniziato il 2011 all’insegna di una rinnovata crescita, nell’ambito di un continuo miglioramento in alcune delle più importanti economie avanzate e di una ulteriore spinta nei paesi a più alta crescita, che rappresentano oggi lo sbocco ideale per i prodotti di marca high-end.

Il nostro straordinario portafoglio marchi, arricchito dalle nuove collezioni di gennaio 2011, ha rappresentato lo strumento grazie al quale abbiamo colto nuove opportunità di business per rafforzare e ampliare la nostra presenza nel mercato.

Il nostro business wholesale ha quindi continuato a crescere, sostanzialmente in linea con quanto evidenziato nell’intero esercizio 2010.

All’incremento delle vendite è seguito un significativo miglioramento della redditività complessiva del Gruppo oltre a una leva finanziaria stabile a 2,4x, livello record raggiunto a fine 2010.

Intendiamo mantenere la massima attenzione verso una crescita costante e duratura per il nostro Gruppo attraverso il progressivo rafforzamento del nostro modello di business e delle nostre strutture organizzative manageriali.”

Principali dati economico-finanziari del Gruppo

Nel primo trimestre 2011, le vendite nette si sono attestate a 300,7 milioni di euro, in crescita del 5,1% rispetto ai 286,0 milioni di euro registrati nel primo trimestre del 2010. A perimetro costante1, la crescita delle vendite si è attestata al 7%, compreso il generale rafforzamento delle principali valute estere rispetto all’Euro che ha dato origine a un impatto positivo dei cambi pari all’1,9%.

Nel primo trimestre 2011, la performance delle vendite è stata espressione del continuo trend di crescita del canale wholesale, che ha registrato nel periodo un fatturato di 284,5 milioni di euro, in aumento del 6,4% a cambi correnti (+4,4% a cambi costanti) rispetto ai 267,5 milioni di euro del primo trimestre 2010.

Il core business del Gruppo ha beneficiato, in particolare, della più sostenuta domanda di occhiali da sole di fascia medio-alta da parte dei consumatori dei paesi asiatici e americani. In questi mercati, le collezioni di occhiali dei top brand in licenza riscuotono un crescente successo grazie al forte appeal della proposta commerciale e alla sempre maggiore penetrazione dei prodotti.
Anche le prime collezioni dei nuovi marchi in licenza Tommy Hilfiger e Boss Orange hanno registrato un incoraggiante inizio d’anno, con vendite che hanno controbilanciato il fatturato non realizzato per la cessata distribuzione dei marchi in licenza non rinnovati.
Nel primo trimestre 2011, le vendite dell’house brand Carrera hanno continuato a segnare buoni tassi di crescita in Europa e negli Stati Uniti, supportate anche dal lancio, a febbraio 2011, di una nuova campagna pubblicitaria mondiale volta a valorizzare la notorietà e il giro d’affari del marchio.

Le vendite totali del Gruppo sono state impattate nel periodo dal calo del business retail (-12,7% a 16,2 milioni di euro), conseguente alla vendita della catena retail in Messico. A perimetro1 e cambi costanti, il business retail è cresciuto del 19,1%.

A livello di area geografica, nel primo trimestre 2011, i ricavi nel mercato americano hanno continuato a evidenziare una solida crescita, raggiungendo 118,7 milioni di euro ovvero un incremento del 6,2% a cambi correnti e dell’8,8% a perimetro1 e cambi costanti. Nel mercato statunitense, il business degli occhiali da sole ha registrato incrementi a doppia cifra in tutti i principali department stores.
Il trend positivo è stato evidente anche nei negozi a gestione diretta Solstice, che hanno messo a segno un miglioramento delle vendite calcolate sullo stesso numero di negozi del 5,7%.
Nel primo trimestre 2011, anche le vendite delle montature da vista presso il canale degli ottici indipendenti hanno registrato una performance positiva.

In Europa, le vendite sono rimaste sostanzialmente stabili rispetto allo stesso periodo del 2010, attestandosi a
130,1 milioni di euro, in crescita dell’1,5% (+0,5% a cambi correnti). L’andamento del business nell’area è stato generalmente incerto e volatile, con poche eccezioni rappresentate da Francia, Inghilterra e alcuni paesi a più alto tasso di crescita, quali Russia e Turchia, dove tutti i top brand del Gruppo hanno registrato miglioramenti mid-single digit.
Nel trimestre, la Grecia e altri mercati del mediterraneo hanno invece subito forti cali del giro d’affari sulla scia delle perduranti difficoltà economiche dell’area.

I mercati asiatici hanno rappresentato, anche nel primo trimestre 2011, uno dei principali motori di crescita di Safilo, mettendo in luce la forte domanda dei brand del Gruppo, che già oggi godono di un’eccellente visibilità e posizionamento. Le fiere di settore, svoltesi a febbraio in Cina e Corea, hanno avuto risultati incoraggianti, permettendo al Gruppo di ampliare in modo considerevole il numero di clienti di questi paesi che, insieme all’India, hanno registrato risultati superiori alle attese.
Le vendite in Asia si sono attestate a 47,3 milioni di euro, in crescita del 15,4% a cambi correnti e del 12,6% a cambi costanti.

Il margine industriale lordo è stato pari a 183,0 milioni di euro nel primo trimestre 2011, aumentando in termini percentuali al 60,9% delle vendite, e in valore assoluto del 5,4% rispetto ai 173,6 milioni di euro (60,7% delle vendite) registrati nel primo trimestre 2010. La marginalità industriale lorda, tipicamente alta nel primo trimestre dell’anno grazie al maggior utilizzo della capacità produttiva, si è ulteriormente apprezzata rispetto allo stesso trimestre 2010, grazie all’incremento dei volumi e a un miglior mix.

L’utile operativo (EBIT) si è attestato a 31,4 milioni di euro nel primo trimestre 2011, in crescita del 30,2% rispetto ai 24,1 milioni di euro registrati nel primo trimestre 2010. La redditività operativa del periodo è migliorata al 10,4% delle vendite (8,4% nel primo trimestre 2010), grazie al risultato a livello di margine industriale lordo e alla minore incidenza dei costi di vendita, generali e amministrativi che riflettono l’effetto leva dovuto alla crescita dei volumi e al miglior controllo dei costi, a cui si aggiunge la maggiore redditività del business retail.

L’EBITDA è risultato pari a 40,7 milioni di euro nel primo trimestre 2011, in aumento del 17,6% rispetto ai 34,6 milioni di euro registrati nello stesso periodo 2010. La redditività operativa lorda ha raggiunto il 13,5% delle vendite, migliorando di 140 punti base rispetto al margine del 12,1% registrato nel primo trimestre 2010.

L’utile netto di Gruppo si è attestato a 18,4 milioni di euro nel primo trimestre 2011 rispetto a 1,7 milioni di euro registrati nello stesso periodo del 2010. Gli interessi passivi netti sono diminuiti del 27,9% rispetto allo stesso periodo del 2010 grazie alla riduzione dell’indebitamento, mentre il tax rate si è più che dimezzato al 30,4%.

Principali dati di rendiconto finanziario del Gruppo

Il Free Cash Flow nel primo trimestre 2011 è risultato negativo per 6,8 milioni di euro rispetto ad una generazione di cassa di 3,1 milioni di euro nel primo trimestre 2010.

I flussi di cassa del periodo sono stati influenzati da tre fattori principali:

  • il maggiore risultato del periodo;
  • l’incremento stagionale del capitale circolante dovuto principalmente all’atteso decremento dei debiti commerciali, dopo l’aumento registrato da questi negli ultimi mesi del 2010 a fronte dell’incremento dei volumi di produzione e del magazzino;
  • il flusso monetario per attività di investimento, aumentato nel periodo a 11,1 milioni di euro rispetto ai 6,1 milioni di euro del primo trimestre 2010, principalmente per effetto dell’investimento, pari a 6,7 milioni di euro, compiuto dal Gruppo per acquisire il rimanente 66,7% dell’immobile sede del centro distributivo e direzionale negli Stati Uniti.

L’indebitamento netto a fine marzo 2011 è stato pari a 268,2 milioni di euro rispetto ai 256,2 milioni di euro registrati a fine dicembre 2010 e 315,4 milioni a fine marzo 2010.
La leva finanziaria (Debito netto/EBITDA LTM) è rimasta stabile a 2,4x, livello raggiunto a fine 2010.

..........................................

1 Escludendo la catena retail in Messico, ceduta a fine 2010, che aveva registrato vendite di 5,1 milioni di euro nel primo trimestre 2010.

Per vedere il contenuto completo del comunicato, apri il file PDF

© 2009-2020 Safilo Group S.p.A. - P.IVA 03032950242. Riproduzione vietata.

Legal Nav

Accessibilità | Legal Disclaimer | Privacy Policy