Main Nav

Toolbar Menu

Comunicati stampa

Website Notice Block

Q1 2020 Trading Update

06/05/20

TRADING UPDATE PRIMO TRIMESTRE 2020

L’inizio positivo dell'anno è stato penalizzato dallo scoppio e dalla diffusione globale di Covid-19 (coronavirus):

  • Vendite nette a 221,1 milioni di euro, in calo dell’11,5% a cambi costanti
  • Margine EBITDA adjusted2 al 2,6% delle vendite rispetto all’8,1% nel primo trimestre 2019

 

Padova, 6 maggio 2020 – Il Consiglio di Amministrazione di Safilo Group S.p.A. ha esaminato e approvato oggi i principali indicatori di performance economico-finanziaria relativi al primo trimestre 2020.

Come anticipato, i risultati economico-finanziari del primo trimestre dell’anno sono stati penalizzati dall'intensificarsi della crisi economica e finanziaria determinata dallo scoppio e dalla diffusione su scala mondiale di Covid-19 e dalle successive misure restrittive attuate dalle autorità pubbliche per contenere la pandemia, con restrizioni alla mobilità delle persone e la chiusura delle attività produttive e commerciali imposte in successione prima in Cina, poi in Italia e nel resto del mondo.

Nei primi due mesi del 2020, il Gruppo ha registrato un incremento mid-single digit delle vendite nette, guidato dalle crescite a doppia cifra registrate da tutti i principali marchi di proprietà, Carrera, Polaroid e Smith, nonché dai principali marchi in licenza presenti nel portafoglio. A marzo il business del Gruppo ha subito una pesante battuta d’arresto dovuta all'escalation di Covid-19 in Italia e, a partire dalla seconda metà del mese, anche negli altri paesi europei e negli Stati Uniti.

Angelo Trocchia, Amministratore Delegato del Gruppo Safilo, ha commentato:

“In un periodo che rimarrà probabilmente senza precedenti per le straordinarie sfide che stiamo affrontando, il nostro pensiero e le nostre azioni si sono rivolte in primis alla salute e alla sicurezza di tutte le nostre persone, per le quali abbiamo da subito implementato, con rigore, le norme di sicurezza e prevenzione previste dai protocolli governativi.
E’ stato per noi importante concentrarci immediatamente sul mantenimento di una continuità aziendale che ci permettesse di essere pronti a supportare i nostri clienti e i nostri consumatori, preparandoci a ripartire insieme, con nuove modalità.
I nostri siti produttivi e logistici in Italia e in altre parti del mondo sono oggi parzialmente operativi per garantire livelli di produzione e di servizio ricalibrati sui nuovi scenari di consumo, mentre nelle nostre sedi stiamo alternando lo smart working, all’utilizzo della cassa integrazione e delle ferie. Stiamo inoltre riconvertendo alcune linee produttive per la realizzazione di maschere e visori protettivi che vanno a supportare gli operatori medici e sanitari schierati in prima linea nella lotta contro il Covid-19.  

Voglio ringraziare ancora una volta ognuna delle nostre persone per gli sforzi che stanno compiendo, l'impegno e la dedizione che continuano a dimostrare ogni giorno.

In queste circostanze straordinarie, abbiamo creato un team di crisi globale, che si incontra e confronta giornalmente con i leader di mercato in tutto il mondo per valutare le diverse evoluzioni e modulare di conseguenza i nostri piani di emergenza e di recupero.
Siamo focalizzati sul contenimento delle spese discrezionali e sugli investimenti, rimodulando i piani di marketing e implementando un'efficace gestione del capitale circolante e protezione della cassa.
Nell’ambito delle misure di contenimento dei costi, i membri del Consiglio di Amministrazione hanno rinunciato a una parte della loro remunerazione da amministratori, mentre tutti i dirigenti del Gruppo hanno rinunciato a parte della retribuzione e delle ferie annuali.

Questo primo trimestre 2020 è stato caratterizzato da un inizio per noi solido e molto promettente, particolarmente positivo per il nostro portafoglio di marchi di proprietà, che abbiamo arricchito all'inizio di febbraio con l'acquisizione di Privé Revaux.
L'improvviso e pesante arresto della domanda a partire da marzo ha colpito l’andamento complessivo delle nostre vendite e, in modo più significativo, la nostra redditività poiché il calo della top line si è accompagnato a temporanei arresti delle attività produttive e inefficienze della supply chain in Cina, con effetti negativi sul nostro margine lordo industriale e sulla leva operativa.

Nel primo trimestre dell'anno, le nostre esigenze di cassa sono rimaste sotto stretto controllo e la nostra posizione finanziaria netta, esclusa l'acquisizione di Privé Revaux, è risultata sostanzialmente in linea con la posizione registrata a fine dicembre 2019. Oggi stiamo utilizzando attivamente le nostre linee di credito al fine di massimizzare la flessibilità e reattività nella gestione della liquidità, e valutiamo altrettanto attivamente attuali e future opportunità di finanziamento, inclusa la possibilità per il nostro Gruppo di accedere ai finanziamenti previsti dal cosiddetto "Decreto liquidità”.

Il momento che stiamo vivendo, pur essendo più che mai complicato, ci sta tuttavia offrendo alcune opportunità straordinarie per accelerare sulle direttrici di trasformazione digitale che abbiamo delineato a dicembre dello scorso anno nel nostro Business Plan 2020-2024, mettendo a punto una serie di azioni e strumenti che ci permetteranno di dare una risposta efficace al nuovo contesto, lavorando meglio e più efficacemente con i nostri clienti e consumatori in tutto il mondo.
A tal fine, anche in questi giorni siamo impegnati su diversi fronti, in particolare sulla messa a punto della nuova piattaforma Business to Business per i clienti wholesale, su nuovi programmi ed iniziative per incentivare il traffico nei punti vendita alla riapertura, su campagne di comunicazione digitale che ripartiranno con investimenti graduali insieme alle riaperture dei mercati, e naturalmente sull’e-commerce, in particolare di Smith e dei nuovi brand acquisiti.
Ultimo ma non meno importante sul design e lo sviluppo delle nostre nuovi collezioni per garantire prodotti eccellenti in grado di far sognare più di prima i nostri clienti e consumatori.”

 

VENDITE NETTE PER AREA GEOGRAFICA

Table Image

Nel primo trimestre 2020, Safilo ha registrato vendite nette pari a 221,1 milioni di euro, in calo del 10,6% a cambi correnti e dell'11,5% a cambi costanti (-10,8% il business wholesale1) rispetto ai 247,3 milioni di euro registrati nel primo trimestre 2019.

Le vendite nette in Europa sono state pari a 107,7 milioni di euro, in calo del 13,5% a cambi correnti e costanti (-12,2% il business wholesale1), principalmente a causa della pesante contrazione registrata a marzo in Italia e negli altri mercati del Sud Europa, i primi a essere stati colpiti in maniera pesante dall'epidemia di Covid-19 e dai repentini blocchi delle attività messe in atto dai governi; la performance del business in Germania, nei mercati del nord ed est Europa è rimasta invece più sostenuta, trainata dalla buona performance di Hugo Boss, Polaroid e Tommy Hilfiger.

Le vendite nette in Nord America si sono attestate a 84,4 milioni di euro, facendo registrare una contrazione del 7,8% a cambi costanti, che ha riflesso il significativo deterioramento subito dal mercato a partire dalla seconda settimana di marzo, quando un numero crescente di negozi di ottici indipendenti, catene e department store ha chiuso i battenti. Nel periodo, i ricavi in Nord America del Gruppo sono stati supportati dall'acquisizione di Privé Revaux, completata il 10 febbraio 2020, che ha contribuito per 5,5 milioni di euro alle vendite trimestrali del mercato, ma anche dall'andamento positivo di Smith, grazie alla crescita mid-single digit registrata dal business online.

Le vendite nette in Asia e Pacifico sono state pari a 14,9 milioni di euro nel primo trimestre 2020, in calo del 17,5% a cambi costanti. Dopo un forte inizio dell'anno, le vendite al canale travel retail e alle boutique dei marchi in licenza sono state impattate, a partire da febbraio, dalla chiusura di tutti i negozi e dal blocco del turismo.

Nell’area Resto del Mondo, le vendite nette sono state pari a 14,1 milioni di euro, in calo del 10,5% a cambi costanti principalmente a causa del significativo deterioramento del business verificatosi in Brasile, mentre l'andamento delle vendite è stato positivo in Messico e nei mercati IMEA.

Nel primo trimestre 2020, le vendite online totali sono cresciute di quasi il 25% a cambi costanti, rappresentando il 6% delle vendite nette del Gruppo nel periodo, dal 4% nello stesso trimestre 2019.

Dopo la promettente partenza registrata dai principali marchi di proprietà del Gruppo nei primi due mesi dell'anno, questi ultimi hanno chiuso l’intero trimestre con una moderata riduzione delle vendite del 3,4% a cambi costanti, dovuta alla contrazione mid-single digit di Carrera e Polaroid, mentre Smith ha registrato un trimestre in leggera crescita.

PRINCIPALI DATI ECONOMICI E FINANZIARI

Nel primo trimestre 2020, l'EBITDA adjusted2 (post-IFRS 16) è stato pari a 5,8 milioni di euro, con un margine sulle vendite del 2,6%, in calo del 70,8% rispetto ai 20,0 milioni di euro registrati nel primo trimestre 2019 (pari a un 8,1% sulle vendite).

La performance operativa del Gruppo è stata impattata negativamente dalle complessive inefficienze della supply chain causate da temporanee interruzioni produttive e nelle attività di sourcing in Cina e da maggiori accantonamenti per obsolescenza.. L'utile industriale lordo del primo trimestre 2020, pari a 109,4 milioni di euro, è risultato in calo del 16,0% rispetto a 130,2 milioni di euro nel primo trimestre 2019, con un margine sulle vendite che è sceso dal 52,7% al 49,5%.
Sotto il margine industriale, Safilo ha registrato una diluizione di 230 punti base dovuta al deleverage operativo derivante dalla significativa riduzione dei ricavi registrata a marzo.

 Table 2                                                                                                                                                                                                                                 

A fine marzo 2020, l'indebitamento finanziario netto del Gruppo (post-IFRS 16) è stato pari a 135,5 milioni di euro rispetto a 105,7 milioni di euro a fine marzo 2019 e ai 74,8 milioni di euro a fine dicembre 2019.
L'indebitamento finanziario netto alla fine di marzo 2020 includeva un impatto derivante dall'IFRS 16 di 45,5 milioni di euro (79,3 e 47,0 milioni di euro rispettivamente a fine marzo e dicembre 2019) e risente dell’esborso pari a 61,6 milioni di euro per l'acquisizione della partecipazione di controllo del 61,34% in Privé Revaux (di cui 30 milioni di euro finanziati attraverso un prestito subordinato fornito dall'azionista di riferimento di Safilo, Multibrands Italy BV, controllata da HAL Holding N.V., e per la parte restante attraverso risorse disponibili).
Escludendo l'acquisizione, la posizione finanziaria netta di Safilo a fine marzo 2020 è stata sostanzialmente in linea con quella registrata a fine dicembre 2019.

AGGIORNAMENTI SULL’EVOLUZIONE DEL BUSINESS IN RELAZIONE ALLA PANDEMIA COVID-19

Nel mese di aprile, l’andamento delle vendite ha registrato un'ulteriore, significativa decelerazione rispetto a marzo, dovuta alla chiusura pressoché totale dei vari canali di vendita in cui il Gruppo distribuisce i propri prodotti, con il business online che ha rappresentato l'eccezione.
In Cina, dove l'emergenza coronavirus sembra in via di normalizzazione, ad aprile Safilo ha registrato un andamento più positivo del business, evidenziando un significativo miglioramento rispetto alla velocità di uscita del mese di marzo.
Nonostante la possibilità che tali dinamiche positive si possano presto ritrovare nei principali mercati in cui il Gruppo opera a seguito del potenziale allentamento dei lockdown e delle restrizioni ora previsto da diversi governi, Safilo si aspetta che tale riavvio delle attività tra maggio e giugno sarà molto graduale e comunque non omogeneo, prevedendo per il secondo trimestre dell’anno un calo delle vendite nette più marcato rispetto a quanto evidenziatosi nel primo trimestre e un risultato operativo negativo.
Dato l'alto livello di incertezza che ancora circonda la pandemia di Covid-19 e la futura ripresa dell'economia mondiale, Safilo non è ancora in grado di fornire un nuovo outlook per l'intero esercizio 2020, rimanendo impegnato ad aggiornare prontamente il mercato e tutti i suoi stakeholder sugli sviluppi che l'emergenza sanitaria avrà sui risultati economici e finanziari del Gruppo.

 

 Note:

1 Il business wholesale esclude il business relativo al contratto di fornitura con Kering, riportato all'interno dell'area geografica denominata Europa.

2 Nel primo trimestre 2020, l’EBITDA adjusted esclude oneri non ricorrenti pari a 2,4 milioni di euro dovuti a costi di ristrutturazione legati all’avanzamento del piano di risparmio costi.

Nel primo trimestre 2019, l’EBITDA adjusted escludeva oneri non ricorrenti pari a 1,1 milioni di euro dovuti a costi di ristrutturazione legati all’avanzamento del piano di risparmio costi.

 

Dichiarazione del Dirigente Preposto alla redazione dei documenti contabili societari

Il dirigente preposto alla redazione dei documenti contabili e societari Dott. Gerd Graehsler dichiara, ai sensi del comma 2 articolo 154 bis del Testo Unico della Finanza, che l’informativa contabile contenuta nel presente comunicato corrisponde alle risultanze documentali, ai libri ed alle scritture contabili.

Disclaimer

Il documento potrebbe contenere dichiarazioni previsionali (“forward-looking statements”), relative a futuri eventi e risultati operativi, economici e finanziari del Gruppo Safilo. Tali previsioni hanno per loro natura una componente di rischiosità ed incertezza, in quanto dipendono dal verificarsi di eventi e sviluppi futuri. I risultati effettivi potranno discostarsi in misura anche significativa rispetto a quelli annunciati in relazione a una molteplicità di fattori.

Indicatori alternativi di performance

Viene di seguito fornito il contenuto degli “Indicatori alternativi di performance”, non previsti dai principi contabili IFRS-EU, utilizzati nel presente comunicato al fine di consentire una migliore valutazione dell’andamento della gestione economico-finanziaria del Gruppo:

  • L’EBITDA (margine operativo lordo) è calcolato da Safilo sommando all’utile operativo gli ammortamenti;
  • L’indebitamento finanziario netto è per Safilo la somma dei debiti verso banche e dei finanziamenti a breve e medio lungo termine, al netto della cassa attiva.

 

Conference Call

Si terrà oggi, 6 maggio 2020, alle ore 18.15 locali, la conference call con analisti e investitori, nel corso della quale verranno illustrati i principali dati relativi al primo trimestre 2020.
Sarà possibile seguire la conference call componendo il numero +39 06 87502026, +44 844 5718892, +33 1 76700794 o +1 631 5107495 (per i giornalisti +39 06 87500896) e confermando la password di accesso: Safilo.
La registrazione della conference call sarà disponibile dal 6 fino all’8 maggio 2020 al numero +39 06 99721048, +44 844 5718951 o +1 917 6777532 (codice di accesso: 2598721).
La conference call potrà essere seguita in diretta anche attraverso webcast, al seguente indirizzo: https://edge.media-server.com/mmc/go/Q1_2020_trading_update.

 


© 2009-2020 Safilo Group S.p.A. - P.IVA 03032950242. Riproduzione vietata.

Legal Nav

Accessibilità | Legal Disclaimer | Privacy Policy