Investor Relations

Sei in: Home > Investor Relations > Comunicati stampa

stampa pagina invia pagina aggiungi pagina ai preferiti 

Comunicati stampa

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI SAFILO GROUP S.P.A.
  APPROVA I RISULTATI AL 30 SETTEMBRE 2015

Continua  la forte generazione di cassa con un’ulteriore riduzione dell’indebitamento  netto e la leva finanziaria sotto a 1x

Positiva  dinamica dei ricavi in Europa, Nord America e nei nuovi principali mercati,
  mentre  l’Asia rimane sfidante

Migliora nel terzo trimestre la leva operativa  grazie alla progressiva implementazione del piano 2020, pur non compensando  ancora la performance del primo semestre

Padova, 5 novembre 2015, ore 17.55 Il Consiglio di Amministrazione di Safilo Group  S.p.A. – creatore italiano di occhiali totalmente integrato, quotato alla Borsa  di Milano – ha approvato oggi i risultati del terzo trimestre e dei primi nove  mesi 2015.

Nei primi nove mesi,  le vendite nette sono cresciute del 10,6% a cambi correnti e dell'1,0% a cambi  costanti rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. La performance nel  terzo trimestre per area geografica è risultata in linea con l’andamento delle  vendite registrate nel secondo trimestre; le vendite nette sono cresciute del  9,0% a cambi correnti e dello 0,9% a cambi costanti rispetto al terzo trimestre  del 2014, a conferma di una performance molto solida in Europa, Nord America e  nella nuova area del Medio Oriente, mentre performance più deboli sono state  registrate nei mercati più sfidanti dell'Asia e del Brasile.

Nei primi nove mesi  del 2015, l'utile industriale lordo è cresciuto del 6,8%, con un margine lordo  pari al 60,2% dei ricavi. Nel terzo trimestre, l'utile industriale lordo è  cresciuto del 6,6%, con il margine lordo in diminuzione al 58,8% dei ricavi,  influenzato dall’impatto negativo dei cambi. Nel terzo trimestre, le efficienze  industriali ottenute e le iniziative di riduzione costi hanno maggiormente compensato  l’aumento dei prezzi industriali e dei costi di obsolescenza che hanno  influenzato la performance industriale dell’anno fino a oggi.

A livello  operativo, l'EBITDA adjusted1  è sceso del 10,3% nei primi nove mesi, ma il Gruppo per la prima volta nell’anno  ha registrato un aumento nel terzo trimestre pari all’1,2% rispetto allo stesso  periodo dell’anno precedente.
  Il margine EBITDA adjusted1 è stato pari all’8,1% dei ricavi nei primi nove mesi e al  5,2%, nel terzo trimestre dell’anno. Quest'ultimo periodo ha mostrato un certo  miglioramento nella leva operativa rispetto alla prima parte dell'anno, in  presenza di una più moderata crescita degli investimenti in nuove campagne  pubblicitarie e di prodotto così come sono risultati più visibili i benefici derivanti  dalle azioni di efficientamento.

Escludendo  l'impatto negativo dei cambi e delle licenze cessate nel terzo trimestre, sia  il margine lordo che il margine EBITDA sono migliorati rispetto allo stesso  periodo dello scorso anno.

Nei primi nove mesi  dell’anno, Safilo ha registrato un Free  Cash Flow di 66,8 milioni di euro, riducendo, per la prima volta,  l’indebitamento netto sotto la soglia di 100 milioni di euro, a 97,1 milioni di  euro. Questo riflette il continuo miglioramento del capitale circolante netto,  i proventi derivanti dalla vendita di azioni detenute in una società collegata  e, come evidenziato in precedenza, la prima delle tre rate da 30 milioni di euro  corrisposta a gennaio 2015 da Kering a titolo di risarcimento.

 

Luisa Delgado,  Amministratore Delegato di Safilo, ha commentato:
 
  " In questo terzo trimestre abbiamo continuato ulteriormente il rinnovamento  del nostro Gruppo mantenendo una buona performance della top line, iniziando a  migliorare la leva operativa e ottimizzando la gestione del capitale circolante  con positive ricadute sui nostri risultati di Free Cash Flow.

L’andamento  delle vendite a cambi costanti del nostro portafoglio di marchi in continuità registra  nel terzo trimestre una crescita significativa a una cifra e riflette  l’efficace ribilanciamento del nostro portfolio licenze insieme allo sviluppo  dei nostri brand proprietari, in particolare di Polaroid e Smith, con Carrera  che registra miglioramenti nella percezione del brand, pronto ad un ulteriore  passo avanti con il lancio delle nuove collezioni.

I  nostri paesi chiave in Europa e Nord America, i nuovi mercati in Medio Oriente e  il Messico stanno registrando crescite incoraggianti. Il nostro riorientamento  strategico in Asia sta proseguendo come da piano, pur in un contesto di mercato  domestico sfidante.

Siamo soddisfatti  di come i nostri clienti stanno rispondendo alla nostra nuova strategia  commerciale e allo sviluppo del nostro programma Smile, così come dei progressi  che abbiamo ottenuto finora nelle aree di brand building, commerciale, e della  supply chain che confermano le opportunità identificate nel piano strategico  2020.
 
  La nostra nuova Direzione di Product Supply ha assunto il  controllo globale della logistica, della pianificazione, della  produzione e dell’approvvigionamento iniziando l’implementazione delle  linee semplificatrici nell’impostazione dei centri distributivi, dei flussi  produttivi negli stabilimenti italiani, nei programmi di riduzione costi e  nell’internalizzazione della produzione confermando le opportunità identificate  nel piano di sviluppo al 2020.
 
  Le  nostre collezioni anche questa stagione sono state tra le più amate e riprese  dalla stampa internazionale come quelle più richieste per la qualità del design  “iconico”.

Rimaniamo impegnati nelle strategie chiave  alla base del nostro piano  2020. Sono soddisfatta dei progressi che siamo compiendo in  questo senso ed è gratificante vedere le persone di Safilo nel mondo sostenere  con convinzione la strada del cambiamento, continuando a preservare i nostri  tradizionali punti di forza nel guidare l’azienda verso il futuro.”

 

Performance  economico-finanziaria

Primi  nove mesi 2015

Nei primi nove mesi del 2015, le vendite totali di Gruppo sono state  pari a 959,7 milioni di euro, in crescita del 10,6% rispetto ai 867,5 milioni  di euro registrati nello stesso periodo del 2014. A cambi costanti, i ricavi  sono aumentati dell’1,0%.

L'utile  industriale lordo dei primi nove mesi del 2015 è stato pari a 577,4 milioni  di euro, in crescita del 6,8% rispetto ai 540,6 milioni di euro dei primi nove  mesi del 2014, con un margine lordo che è passato dal 62,3% al 60,2%.  

L'EBITDA adjusted1 dei primi nove mesi del 2015 è stato di 77,4  milioni di euro, in diminuzione del 10,3% rispetto all'EBITDA adjusted1 di 86,3 milioni di  euro registrato nello stesso periodo del 2014. Il margine EBITDA adjusted1 si è attestato all’8,1% delle vendite dei primi nove  mesi del 2015 rispetto al 9,9% dei primi nove mesi del 2014.  

L'EBIT adjusted1 dei primi nove mesi del 2015 è stato di 47,6  milioni di euro, sceso del 20,9% rispetto all'EBIT adjusted1 di 60,2 milioni di euro registrato nello  stesso periodo del 2014. Il margine EBIT adjusted1 si è attestato al 5,0% delle vendite dei primi nove mesi del 2015  rispetto al 6,9% dei primi nove mesi del 2014.

Il totale degli oneri finanziari netti è  aumentato a 24,9 milioni di euro rispetto ai 6,3 milioni di euro dei primi nove  mesi del 2014, a causa dell'impatto negativo delle differenze cambio per 13,3  milioni di euro registrate dei primi nove mesi (l’impatto era negativo per 1,7  milioni di euro nei primi nove mesi del 2014), mentre gli interessi finanziari  netti sono diminuiti a 6,1 milioni di euro (dai 7,3 milioni dei primi nove mesi  del 2014). Nel periodo, la valutazione al fair  value della componente opzionale incorporata nelle obbligazioni equity-linked è risultata sostanzialmente invariata (positiva per 8,7 milioni di euro  nei primi nove mesi del 2014).

Nei primi nove mesi del 2015, il risultato netto adjusted1di Gruppo è stato pari a 12,4 milioni di euro, in calo del 63,5% rispetto al  risultato netto adjusted1 di  33,9 milioni di euro registrato nei primi nove mesi del 2014.

 

Terzo  trimestre 2015

Nel terzo trimestre del 2015, le vendite totali sono state pari a 284,8 milioni di euro, con un  incremento del 9,0% rispetto ai 261,2 milioni di euro registrati nello stesso  trimestre del 2014, supportate da un Euro più debole. A cambi costanti, i  ricavi sono aumentati dello 0,9%.

Nel terzo trimestre del 2015, l'utile industriale lordo è stato pari  a 167,5 milioni di euro, in crescita del 6,6% rispetto ai 157,1 milioni di euro  registrati nello stesso trimestre del 2014. Il margine lordo è passato dal 60,1%  al 58,8% delle vendite.  

L'EBITDA del terzo trimestre 2015 è stato di 14,7 milioni di euro, in aumento dell’1,2%  rispetto all'EBITDA di 14,6 milioni di euro registrato nello stesso periodo del  2014. Il margine EBITDA si è attestato al 5,2% delle vendite nette nel terzo trimestre  del 2015 rispetto al 5,6% del terzo trimestre 2014.  

L'EBIT del terzo trimestre 2015 è stato di 4,5 milioni di euro, in calo del 20,3%  rispetto all'EBIT di 5,7 milioni di euro registrato nello stesso periodo del  2014. Il margine EBIT si è attestato all’1,6% delle vendite del terzo trimestre  del 2015 rispetto al 2,2% del terzo trimestre 2014.

Nel terzo trimestre del 2015, gli oneri finanziari netti sono saliti a 2,2  milioni di euro da 1,8 milioni di euro del terzo trimestre 2014. Gli interessi  finanziari netti sono diminuiti del 43,6% a 1,9 milioni di euro dai 3,3 milioni  di euro del terzo trimestre 2014, mentre le differenze cambio nette sono state negative  per 3,4 milioni di euro nel terzo trimestre 2015 rispetto ai 5,1 milioni di  euro del terzo trimestre 2014.
  Il periodo è stato positivamente influenzato  dagli effetti della valutazione al fair  value della componente opzionale incorporata nelle obbligazioni equity-linked per 4,8 milioni di Euro (impatto positivo per 8,7  milioni di euro nel terzo trimestre 2014).
  Sotto la linea  operativa, il trimestre ha beneficiato della plusvalenza derivante dalla  cessione della partecipazione detenuta in una società collegata.

Nel terzo trimestre 2015, il risultato netto di Gruppo è stato pari  a 2,4 milioni di euro, sostanzialmente in linea rispetto al risultato netto  registrato nel terzo trimestre 2014.

 

Principali dati di rendiconto

Nei primi nove mesi  del 2015, il Free Cash Flow è  migliorato, registrando un flusso positivo per 66,8 milioni di euro rispetto a  un flusso negativo di 10,3 milioni di euro dei primi nove mesi 2014 e di 12,4  milioni di euro a fine 2014.  Questo  risultato comprende l’incasso della prima delle tre rate da 30 milioni di euro  corrisposta a gennaio 2015 da Kering.

Nel terzo trimestre, il Free Cash Flow è stato pari a 15,1 milioni di euro rispetto a un  flusso negativo di 3,9 milioni di euro nello stesso periodo dello scorso anno.  Il capitale circolante netto ha continuato a  migliorare, liberando risorse per 12,3 milioni di euro (3,7 milioni di euro nel  terzo trimestre 2014), grazie ad uno  stretto controllo sull'aumento stagionale delle scorte, e al costante miglioramento dell’incasso  dei crediti commerciali.

Nel terzo trimestre,  il flusso di cassa per investimenti è stato pari a 4,4 milioni di euro (9,7  milioni di euro nel terzo trimestre 2014), che riflette un incremento degli investimenti per 13 milioni di euro (10 milioni di euro nel terzo trimestre 2014), controbilanciato da 8,6  milioni di euro proventi della vendita di azioni detenute in una  società collegata. Nel periodo, l'aumento degli investimenti è principalmente  dovuto dalla graduale implementazione di Eye-Way, il progetto di Safilo per  modernizzare, semplificare e standardizzare i processi di lavoro attraverso i  più recenti e avanzati sistemi IT.

Alla fine di settembre 2015, l'indebitamento finanziario netto di  Gruppo è stato pari a 97,1 milioni di euro, in calo dell’11,8% rispetto ai 110,1  milioni di euro di fine giugno 2015 e in calo del 38,9% rispetto ai 158,9  milioni di euro di settembre 2014.  

Mercati  
  Nei primi nove mesi del 2015, la crescita  delle vendite è stata guidata dall'Europa, dove le performance positive sono  continuate nel terzo trimestre grazie ai risultati particolarmente buoni  ottenuti in Francia e in Italia, ma anche al continuo trend positivo delle  vendite in Germania e nei paesi Iberici. Nei primi nove mesi dell’anno le  vendite in Europa sono state pari a 378,3 milioni di euro, in crescita del 4,7%  (+ 4,5% a cambi costanti) rispetto ai 361,3 milioni di euro nei primi nove mesi  del 2014. Nel terzo trimestre, le vendite hanno raggiunto 101,7 milioni di  euro, in crescita del 5,6% (+5,4% a cambi costanti) rispetto ai 96,2 milioni di  euro registrati nello stesso trimestre del 2014.  

Nei primi nove mesi del 2015, le vendite in  Nord America sono state pari a 403,6 milioni di euro rispetto a 327,8 milioni  di euro nello stesso periodo del 2014, in crescita del 23,1% a cambi correnti e  del 2,4% a cambi costanti.
  Nel terzo trimestre, le vendite sono  cresciute a 133,1 milioni di euro rispetto a 111,7 milioni di euro del terzo  trimestre del 2014 (+19,2% a cambi correnti e + 1,5% a cambi costanti).
  La performance del terzo trimestre è stata  caratterizzata da due diversi trend, da una parte con un'ulteriore accelerazione  del business wholesale, in crescita del 5,8% a cambi costanti nonostante il  confronto impegnativo con il Q3 2014, dall’altra con le vendite al dettaglio  nei negozi Solstice in calo del 16,0% a cambi costanti, influenzate dalla  riduzione dei flussi turistici nelle località in cui il network è  particolarmente esposto.

Nei primi nove mesi del 2015, le vendite in  America Latina sono state pari a 36,4 milioni di euro rispetto ai 37,5 milioni  di euro registrati nello stesso periodo dello scorso anno (- 2,8% a cambi  correnti e +0,8% a cambi costanti). Il business dell'America Latina è diminuito  del 21,6% nel terzo trimestre, pari a 10,8 milioni di euro (-8,1% a cambi  costanti rispetto ai 13,8 milioni di euro nel terzo trimestre del 2014), a  causa del contesto economico sfavorevole in Brasile, mentre le vendite in  Messico sono cresciute a doppia cifra

In Asia, le vendite nei primi nove mesi del  2015 sono state pari a 118,2 milioni di euro, in diminuzione del 4,1% rispetto ai  123,2 milioni di euro dello stesso periodo del 2014 (-17,3% a cambi costanti), con  il terzo trimestre che continua a risentire del riorientamento strategico  deciso nella regione, come annunciato alla fine dell’anno scorso.  L’esigenza è stata confermata anche dalle  mutate condizioni di mercato che richiedono uno specifico business model per  l’area.
  Le vendite del terzo trimestre si sono  attestate a 31,4 milioni di euro rispetto ai 33,6 milioni di euro registrati  nel terzo trimestre del 2014 (-6,5% a tassi correnti e -15,5% a tassi  costanti).

Le vendite nette nel resto del mondo, che  comprende principalmente le attività del Gruppo in Medio Oriente e Africa, sono  state pari a 23,2 milioni di euro nei primi nove mesi del 2015, in crescita del  31,1% rispetto ai 17,7 milioni di euro registrati nello stesso periodo del 2014  (+30,0% a tassi costanti), grazie agli investimenti di Safilo nello sviluppo di  questi mercati. Nel terzo trimestre, l'azienda ha registrato una crescita del  32,1% nel resto del mondo, pari a 7,8 milioni di euro (+32,3% a cambi costanti  rispetto ai 5,9 milioni di euro nel terzo trimestre del 2014).

Note:

1 Nei primi nove mesi del 2015, i risultati economici adjusted del Grupponon includono oneri non ricorrenti attribuibili alla  ristrutturazione commerciale dell’area EMEA pari a Euro 1,2 milioni e altri  oneri non ricorrenti per 1,2 milioni relativi principalmente ai costi connessi  al consolidamento del network distributivo statunitense presso il centro  logistico di Denver.

Nei  primi nove mesi del 2014, i risultati economici adjusted non includono oneri non ricorrenti per 3,0 milioni di euro  relativi all’accordo sugli esodi volontari al termine dei contratti di  solidarietà recentemente siglato con le parti sociali e a costi di  riorganizzazione aziendale.

Dichiarazione  del Dirigente Preposto alla redazione dei documenti contabili societari
 
Il dirigente preposto  alla redazione dei documenti contabili e societari Dott. Gerd Graehsler  dichiara, ai sensi del comma 2 articolo 154 bis del Testo Unico della Finanza,  che l’informativa contabile contenuta nel presente comunicato corrisponde alle  risultanze documentali, ai libri ed alle scritture contabili.

Disclaimer

Il documento potrebbe  contenere dichiarazioni previsionali (“forward-looking statements”), relative a  futuri eventi e risultati operativi, economici e finanziari del Gruppo Safilo.  Tali previsioni hanno per loro natura una componente di rischiosità ed  incertezza, in quanto dipendono dal verificarsi di eventi e sviluppi futuri. I  risultati effettivi potranno discostarsi in misura anche significativa rispetto  a quelli annunciati in relazione a una molteplicità di fattori.

Indicatori  alternativi di performance

Viene di seguito fornito  il contenuto degli “Indicatori alternativi di performance”, non previsti dai  principi contabili IFRS-EU, utilizzati nel presente comunicato al fine di  consentire una migliore valutazione dell’andamento della gestione  economico-finanziaria del Gruppo:

     
  • L’EBITDA (margine operativo lordo) è calcolato da Safilo sommando       all’utile operativo gli ammortamenti;
  •  
  • L’indebitamento finanziario netto è per Safilo la somma dei debiti       verso banche e dei finanziamenti a breve e medio lungo termine, al netto       della cassa attiva;
  •  
  • Il Capitale investito netto è definito per Safilo quale somma       dell’Attivo corrente e dell’Attivo non corrente al netto del Passivo       corrente e del Passivo non corrente ad eccezione delle voci       precedentemente considerate nella Posizione finanziaria netta;
  •  
  • Il Free Cash       Flow è per Safilo la somma del flusso monetario generato/(assorbito) dalla       gestione operativa e del flusso monetario generato/(assorbito)       dall’attività di investimento.

Conference  Call

Si terrà oggi, 5  novembre 2015, alle ore 18.30 locali, la conference call con analisti e  investitori, nel corso della quale verranno illustrati i principali risultati relativi  al terzo trimestre e ai primi nove mesi 2015.
  Sarà possibile seguire  la conference call componendo il numero +39 06 87500876, +44 203 4270503 o +1  646 2543365 (per i giornalisti +39 06 99749000) e confermando il codice di  accesso 7472623.
  La registrazione della  conference call sarà disponibile fino al 7 novembre 2015 al numero +39 06  45217196, +44 203 4270598 o +1 347 3669565 (codice di accesso: 7472623).
  La conference call potrà  essere seguita anche attraverso webcast, nel sito www.safilogroup.com/en/investors.html.  La presentazione è disponibile e scaricabile dal sito della società.

 

Resoconto  intermedio di gestione al 30 settembre 2015

Si rende noto che il resoconto  intermedio di gestione al 30 settembre 2015 verrà messa a disposizione del  pubblico presso la sede sociale, presso il meccanismo di stoccaggio  centralizzato e consultabile nel sito internet della Società all’indirizzo www.safilogroup.com/it/investors.html.

Torna su



Ultimo Aggiornamento: 28 dicembre, 2018

© 2009-2018 Safilo Group S.p.A. - P.IVA 03032950242. Riproduzione vietata.

Accessibilità | Legal Disclaimer | Privacy Policy