Investor Relations

Sei in: Home > Investor Relations > Comunicati stampa

stampa pagina invia pagina aggiungi pagina ai preferiti 

Comunicati stampa

Il Consiglio di Amministrazione di Safilo approva i risultati del primo semestre 2016

 

Le vendite dei marchi in continuità acquistano slancio,
in crescita del 9% nel secondo trimestre

I progressi nel programma di risparmio costi contribuiscono al
miglioramento della performance operativa nel secondo trimestre

 

Padova, 3 agosto 2016 Il Consiglio di Amministrazione di Safilo Group S.p.A. ha oggi esaminato e approvato i risultati del primo semestre 2016.

La prima metà dell'anno ha registrato un progressivo miglioramento del business, in particolare della performance delle vendite dei marchi in continuità in Europa, Nord America e nel resto del mondo, in particolare in IMEA, e l'avanzamento dei progetti di risparmio costi e di efficientamento operativo.

Le vendite nette dei primi sei mesi del 2016 hanno registrato una flessione del 3,5% a cambi correnti e del 2,1% a cambi costanti, mentre le vendite dei marchi in continuità sono cresciute del 5,3%. Il business ha recuperato slancio nel corso del secondo trimestre, con ricavi sostanzialmente in linea con il secondo trimestre dell'anno precedente a cambi correnti (-0.3%) ma in crescita del 2,0% a cambi costanti. La performance ha riflesso il miglior andamento delle vendite dei brand in continuità, con una crescita nel trimestre del 9,0% a cambi costanti che ha più che compensato l'impatto negativo dei marchi che non fanno/non faranno più parte del portafoglio del Gruppo.
La crescita è risultata particolarmente evidente in Europa, nel core business nord americano e in IMEA, mentre la performance dell'Asia è rimasta debole.

Nella prima metà del 2016, il margine industriale lordo, pari al 60,6% delle vendite, è rimasto sostanzialmente in linea con il margine registrato nel primo semestre 2015, mentre nel secondo trimestre dell'anno è risultato pari al 60,2% rispetto al 60,9% del secondo trimestre 2015.
A livello operativo, il margine EBITDA adjusted1 del primo semestre 2016, pari all'8,9% delle vendite, è sceso di 40 punti base rispetto al primo semestre 2015, ma ha registrato un miglioramento di 90 punti base nel secondo trimestre, al 9,5% delle vendite, grazie a un maggiore risparmio di costi e a una migliore leva operativa.

Nei primi sei mesi del 2016, il risultato netto adjusted1 di Gruppo è aumentato del 130,6% grazie alla dinamica positiva degli oneri finanziari netti.

Alla fine di giugno 2016, l'indebitamento finanziario netto di Gruppo è stato pari a 102,8 milioni di euro, in calo rispetto ai 110,1 milioni di euro registrati alla fine di giugno 2015.

Luisa Delgado, Amministratore Delegato del Gruppo, ha commentato:

"Nei primi sei mesi, le vendite dei marchi in continuità hanno registrato un buon progresso, in crescita del 5,3% a cambi costanti, grazie a performance generalmente positive nei diversi segmenti di mercato in cui operiamo.
Nel secondo trimestre, siamo riusciti a mettere a segno un'accelerazione delle vendite, recuperando buona parte della performance registrata nel primo trimestre a seguito delle carenze di servizio che ci avevano impedito di cogliere appieno le opportunità derivanti dal nostro portafoglio ordini.

La redditività industriale è risultata in linea con l'anno precedente e questo anche grazie agli ulteriori passi avanti compiuti nell'ambito della semplificazione dei flussi industriali e distributivi e della modernizzazione della nostra supply chain, focalizzandola su una maggiore internalizzazione delle produzioni all'interno di tutti i nostri stabilimenti, soprattutto quelli in Italia. Sul fronte operativo, abbiamo continuato a lavorare sul programma di riduzione dei costi volto a migliorare l'efficienza delle nostre spese generali.

Abbiamo continuato a mettere a punto le nostre azioni di business sui principali marchi di proprietà, portando a termine l'integrazione di Polaroid con la chiusura del sito di Vale e affinando la direzione stilistica di Carrera, mentre Smith ha guadagnato market share, nonostante il difficile contesto del mercato sportivo in Nord America."

 

Principali dati economico-finanziari

Primo semestre 2016

Nel primo semestre del 2016, le vendite nette di Gruppo, pari a 651,1 milioni di euro, hanno segnato una flessione del 3,5% a cambi correnti e del 2,1% a cambi costanti rispetto ai 674,9 milioni di euro registrati nello stesso periodo del 2015.
Le vendite nette wholesale si sono attestate a 612,4 milioni di euro rispetto ai 627,9 milioni di euro nel primo semestre del 2015, registrando una flessione dell'1,0% a cambi costanti.
Nel primo semestre del 2016, le vendite nette dei marchi in continuità sono aumentate del 5,3% a cambi costanti (+6,8% a livello wholesale).

L'utile industriale lordo, pari a 394,6 milioni di euro, è sceso del 3,7% rispetto ai 409,9 milioni di euro del primo semestre del 2015, mentre il margine industriale lordo, pari al 60,6% delle vendite, è risultato sostanzialmente in linea con il primo semestre del 2015.

L'EBITDA adjusted1, pari a 58,3 milioni di euro, è sceso del 7,0% rispetto all'EBITDA adjusted1 di 62,7 milioni di euro registrato nello stesso periodo del 2015. Il margine EBITDA adjusted1, pari all'8,9% delle vendite, è sceso di 40 punti base rispetto al 9,3% del primo semestre del 2015, principalmente a causa delle minori vendite.
L'EBITDA adjusted1 del business wholesale è stato pari a 59,0 milioni di euro, in crescita dello 0,7% rispetto all'EBITDA adjusted1 di 58,6 milioni di euro registrato nel primo semestre del 2015. Il margine EBITDA adjusted1 è aumentato di 30 punti base, attestandosi al 9,6% delle vendite rispetto al 9,3% del primo semestre del 2015

L'EBIT adjusted1, pari a 37,5 milioni di euro, è diminuito del 12,8% rispetto al risultato operativo adjusted1 di 43,1 milioni di euro registrato nel primo semestre del 2015. Il margine EBIT adjusted1 del 5,8% si confronta con il 6,4% del primo semestre del 2015.

Nella prima metà del 2016, il totale degli oneri finanziari netti ha generato un impatto positivo di 0,8 milioni di euro rispetto all'impatto negativo di 22,7 milioni di euro registrato nel primo semestre del 2015. Questo risultato ha riflesso minori oneri finanziari netti e gli impatti positivi derivanti dalle differenze cambio nette e dalla valutazione al fair value della componente opzionale incorporata nelle obbligazioni equity-linked.

Questa dinamica, unita al minore tax rate, ha permesso a Safilo di registrare un risultato netto adjusted1 di Gruppo, pari nel periodo a 22,9 milioni di euro, in crescita del 130,6% rispetto al risultato netto adjusted1 di 9,9 milioni di euro registrati nel primo semestre del 2015.

Secondo trimestre 2016

Nel secondo trimestre del 2016, il Gruppo ha registrato vendite nette pari a 349,5 milioni di euro, sostanzialmente in linea con i 350,6 milioni di euro del secondo trimestre dell'anno precedente a cambi correnti (-0,3%), ma in crescita del 2,0% a cambi costanti.
Le vendite nette wholesale si sono attestate a 327,6 milioni di euro rispetto ai 323,4 milioni di euro nel secondo trimestre del 2015, registrando un incremento del 3,7% a cambi costanti.
Nel secondo trimestre del 2016, le vendite nette dei marchi in continuità sono aumentate nel trimestre del 9,0% a cambi costanti (+11,2% a livello wholesale).

L'utile industriale lordo pari a 210,4 milioni di euro, è sceso dell'1,4% rispetto ai 213,4 milioni di euro registrati nello stesso trimestre del 2015. Il margine industriale lordo, pari al 60,2% delle vendite nette è risultato in flessione di 70 punti base rispetto al 60,9% dello stesso periodo del 2015.

L'EBITDA adjusted1di 33,1 milioni di euro è aumentato del 9,7% rispetto all'EBITDA adjusted1 di Euro 30,2 milioni dello stesso periodo del 2015. Il margine EBITDA adjusted1 del 9,5% è migliorato di 90 punti base rispetto all'8,6% nel secondo trimestre del 2015.
L'EBITDA adjusted1 del business wholesale è stato pari a 31,8 milioni di euro, in crescita del 22,0% rispetto all'EBITDA adjusted1 di 26,1 milioni di euro registrati nel secondo trimestre del 2015. Il margine EBITDA adjusted1 è aumentato di 160 punti base, attestandosi al 9,7% delle vendite rispetto all'8,1% del secondo trimestre del 2015.

Principali flussi di cassa

Nel primo semestre del 2016, il Free Cash Flow è risultato negativo per 9,3 milioni di euro rispetto alla generazione di cassa per 51,6 milioni di euro del primo semestre del 2015, con quest'ultimo periodo che ha beneficiato dell'incasso della prima delle tre rate da 30 milioni di euro corrisposta a gennaio 2015 da Kering a titolo di risarcimento.

Il capitale circolante ha assorbito 18,9 milioni di euro per effetto dell'incremento dei crediti commerciali, dovuto all'accelerazione delle vendite nel secondo trimestre (si confermano comunque soddisfacenti i giorni medi di incasso), e del magazzino.
Nel primo semestre, il flusso di cassa per investimenti è aumentato a 22,4 milioni di euro, dovuto agli interventi dedicati all'ammodernamento della supply chain di prodotto e dell'information technology.

Alla fine di giugno 2016, l'indebitamento finanziario netto di Gruppo è stato pari a 102,8 milioni di euro, in calo del 6,3% rispetto ai 109,7 milioni di euro registrati alla fine di marzo 2016 e del 6,6% rispetto ai 110,1 milioni di euro di giugno 2015. Alla fine di giugno 2016, la leva finanziaria adjusted1 è rimasta stabile a 1,0x.

Mercati

Europa
Nel primo semestre del 2016, le vendite nette in Europa, pari a 291,4 milioni di euro, sono aumentate del 5,3% a cambi correnti e del 6,1% a cambi costanti rispetto ai 276,9 milioni di euro nel primo semestre del 2015.
Nel secondo trimestre dell'anno, le vendite nette in Europa sono cresciute del 12,0% a cambi correnti e del 13,2% a cambi costanti, raggiungendo 161,4 milioni di euro rispetto ai 144,0 milioni di euro del secondo trimestre del 2015.
Nella prima metà del 2016, le vendite realizzate in Europa con i marchi in continuità sono aumentate dell'11,8% a cambi costanti, registrando una crescita del 18,6% nel secondo trimestre, grazie al buon andamento dei principali mercati di riferimento, in particolare Italia, Germania, Francia e Regno Unito, ma anche ad una migliore performance del mercato russo, dopo le difficoltà registrate nel 2015.

Nord America
Nel primo semestre del 2016, le vendite nette in Nord America, pari a 259,8 milioni di euro, hanno registrato una flessione del 3,9% a cambi correnti e del 3,4% a cambi costanti rispetto ai 270,5 milioni di euro del primo semestre del 2015. I ricavi wholesale sono stati pari a 221,2 milioni di euro, in leggera contrazione a cambi correnti (-1,1%) e sostanzialmente in linea con i 223,5 milioni di euro dello stesso periodo del 2015 a cambi costanti (-0,4%).
Nel secondo trimestre del 2016, le vendite nette in Nord America, pari a 132,7 milioni di euro, sono diminuite del 3,6% a cambi correnti e dell'1,2% a cambi costanti rispetto ai 137,6 milioni di euro del secondo trimestre del 2015.
Nel periodo, i ricavi wholesale sono stati pari a 110,8 milioni di euro, sostanzialmente stabili a cambi correnti (+0,3%) rispetto ai 110,4 milioni di euro del secondo trimestre del 2015, ma in crescita del 3,0% a cambi costanti.

Le vendite nei 118 negozi Solstice negli Stati Uniti sono diminuite del 17,7% e del 18,2% a cambi costanti, rispettivamente nel primo semestre e nel secondo trimestre del 2016.
Nella prima metà del 2016, l'andamento delle vendite dei marchi in continuità in Nord America è stato positivo del 2,0% a cambi costanti, accelerando a un +3,1% nel secondo trimestre dell'anno.

Asia
Nel primo semestre del 2016, le vendite nette in Asia, pari a 58,8 milioni di euro sono diminuite del 29,2% a cambi correnti e del 27,8% a cambi costanti rispetto agli 83,0 milioni di euro dello stesso periodo del 2015.
Nel secondo trimestre del 2016, le vendite nette sono state pari a 32,1 milioni di euro, in calo del 29,5% a cambi correnti e del 27,3% a cambi costanti rispetto ai 45,5 milioni di euro del secondo trimestre del 2015, con le maggiori difficoltà che continuano a emergere in particolare in Cina, Hong Kong, Giappone e Corea, mentre il sud est asiatico e l'Australia hanno continuato a performare bene.
L'andamento delle vendite dei marchi in continuità in Asia è stato negativo del 14,4% e del 14,2% a cambi costanti, rispettivamente nel primo semestre e nel secondo trimestre del 2016.

Resto del mondo
Nel primo semestre del 2016, le vendite nette nel Resto del Mondo, pari a 41,0 milioni di euro, sono diminuite del 7,9% a cambi correnti, mentre sono incrementate del 2,0% a cambi costanti rispetto ai 44,5 milioni di euro nello stesso periodo del 2015.
Nel secondo trimestre del 2016, le vendite nette dell'area sono risultate pari a 23,4 milioni di euro, stabili a cambi correnti (-0,3%) e in crescita del 9,5% a cambi costanti rispetto ai 23,4 milioni di euro del secondo trimestre del 2015, grazie alla performance molto significativa registrata dai mercati dell'area IMEA e all'America Latina di nuovo positiva.
Nella prima metà del 2016, l'andamento delle vendite dei marchi in continuità nel Resto del Mondo è stato positivo del 7,6% a cambi costanti, in accelerazione nel secondo trimestre dell'anno a un +12,3%.

Note:

1 Nel primo semestre del 2016, i risultati economici adjusted non includono oneri non ricorrenti pari a un totale di 7,1 milioni di euro (6,1 milioni di euro a livello EBITDA), attribuibili per 5,9 milioni di euro a iniziative di risparmio di costi operativi, come la prevista integrazione della produzione del sito di Vale of Leven (Scozia) delle lenti Polaroid all'interno della piattaforma produttiva Safilo in Cina, e per 1,2 milioni di euro alla ristrutturazione commerciale dell'area EMEA.

Nel primo semestre del 2015, i risultati economici adjusted non includono oneri non ricorrenti pari a un totale di 2,4 milioni di euro, attribuibili alla ristrutturazione commerciale dell'area EMEA per 1,2 milioni di euro e ad altri oneri non ricorrenti per 1,2 milioni di euro relativi principalmente ai costi connessi al consolidamento del network distributivo statunitense presso il centro logistico di Denver.

Dichiarazione del Dirigente Preposto alla redazione dei documenti contabili societari

Il dirigente preposto alla redazione dei documenti contabili e societari Dott. Gerd Graehsler dichiara, ai sensi del comma 2 articolo 154 bis del Testo Unico della Finanza, che l'informativa contabile contenuta nel presente comunicato corrisponde alle risultanze documentali, ai libri ed alle scritture contabili.

Disclaimer

Il documento potrebbe contenere dichiarazioni previsionali ("forward-looking statements"), relative a futuri eventi e risultati operativi, economici e finanziari del Gruppo Safilo. Tali previsioni hanno per loro natura una componente di rischiosità ed incertezza, in quanto dipendono dal verificarsi di eventi e sviluppi futuri. I risultati effettivi potranno discostarsi in misura anche significativa rispetto a quelli annunciati in relazione a una molteplicità di fattori.

Indicatori alternativi di performance

Viene di seguito fornito il contenuto degli "Indicatori alternativi di performance", non previsti dai principi contabili IFRS-EU, utilizzati nel presente comunicato al fine di consentire una migliore valutazione dell'andamento della gestione economico-finanziaria del Gruppo:

  • L'EBITDA (margine operativo lordo) è calcolato da Safilo sommando all'utile operativo gli ammortamenti;
  • L'indebitamento finanziario netto è per Safilo la somma dei debiti verso banche e dei finanziamenti a breve e medio lungo termine, al netto della cassa attiva;
  • Il Capitale investito netto è definito per Safilo quale somma dell'Attivo corrente e dell'Attivo non corrente al netto del Passivo corrente e del Passivo non corrente ad eccezione delle voci precedentemente considerate nella Posizione finanziaria netta;
  • Il Free Cash Flow è per Safilo la somma del flusso monetario generato/(assorbito) dalla gestione operativa e del flusso monetario generato/(assorbito) dall'attività di investimento.

Conference Call

Si terrà oggi, 3 agosto 2016, alle ore 18.30 locali, la conference call con analisti e investitori, nel corso della quale verranno illustrati i principali risultati relativi al primo semestre 2016.
Sarà possibile seguire la conference call componendo il numero +39 02 36009869, +44 203 4271911 o +1 646 2543362 (per i giornalisti +39 02 36009867) e confermando il codice di accesso 3168940.
La registrazione della conference call sarà disponibile fino al 5 agosto 2016 al numero +39 02 30413127, +44 203 4270598 o +1 347 3669565 (codice di accesso: 3168940).
La conference call potrà essere seguita anche attraverso webcast, nel sito www.safilogroup.com/en/investors.html. La presentazione è disponibile e scaricabile dal sito della società.

 

Relazione finanziaria semestrale al 30 giugno 2016

Si rende noto che la relazione finanziaria semestrale - comprendente il bilancio semestrale abbreviato al 30.06.2016, la relazione intermedia sulla gestione e l'attestazione prevista dall'articolo 154-bis comma 5 del T.U.F. - verrà messa a disposizione del pubblico presso la sede sociale, presso il meccanismo di stoccaggio centralizzato e consultabile nel sito internet della Società all'indirizzo www.safilogroup.com/it/investors.html.
Inoltre, la relazione della Società di Revisione e le eventuali osservazioni del Collegio sindacale saranno messe a disposizione del pubblico, con le medesime modalità, non appena disponibili e nei termini di legge.

Torna su



Ultimo Aggiornamento: 28 dicembre, 2018

© 2009-2018 Safilo Group S.p.A. - P.IVA 03032950242. Riproduzione vietata.

Accessibilità | Legal Disclaimer | Privacy Policy